Il gioco può causare dipendenza. Consulta le probabilità di vincita qui o sul sito AAMS

Scala 40 online

Dall’Ungheria ai siti web: Scala 40 online!

Prima dell’arrivo di Scala 40, in Italia era molto conosciuto il gioco di Ramino, molto simile sia nelle regole che nello svolgimento, tuttavia ora rimasto un po’ in disparte dopo l’arrivo dall’Ungheria di Scala 40 durante gli anni della Seconda Guerra Mondiale. Scala 40 è uno di quei giochi dalle regoli semplici, utili, come Scopa o Asso piglia tutto, a imparare poco a poco l’arte del gioco delle carte per prepararsi a diventare professionisti e cimentarsi in giochi dalle regole più complicate.

Ora Scala 40 gode di grande fama anche tra i giochi di carte online: se prima il luogo di incontro preferito dove poter giocare a scala 40 era il tavolo di un bar, oggi si può benissimo rimanere a casa e cimentarsi in una partita davanti allo schermo del proprio PC.

 

Scala 40: svolgimento del gioco

 

Innanzitutto è necessario stabilire i valori che vengono dati alle carte con cui si gioca: l’Asso è una carta che può avere due diversi valori: vale 1 se posto nella sequenza Asso, 2, 3, mentre vale 11 se usato da solo; tutte le figure hanno valore 10; il jolly ha valore 25, ma se usato in sostituzione di una carta mancante, assumerà il valore di tale carta. Tutte le altre carte hanno il loro valore numerico.

Il mazziere distribuisce 13 carte a ciascun giocatore e ne posiziona poi una scoperta sul tavolo: essa determina l’inizio del pozzo, ovvero il mazzo che poco a poco si crea con le carte scartate dai giocatori, mentre le altre carte che non sono state distribuite formano il tallone, vale a dire il mazzo di carte coperte dal quale i giocatori pescheranno le carte.

Ogni giocatore a turno pesca una carta dal tallone, solo chi avrà una combinazione pari a 40 potrà aprire la partita. Una volta che il giocatore intende terminare il proprio turno (che abbia aperto o meno) scarta una carta e la mette nel pozzo.

Una volta che si apre, il giocatore può scegliere se pescare la carta dal pozzo o dal tallone, inoltre potrà decidere se attaccare alcune proprie carte a quelle che sono già state calate sul tavolo per creare una combinazione. Attraverso il jolly, un giocatore può sostituire la carta mancante e creare una combinazione.

Si dice che un giocatore “chiude” quando, dopo aver creato molto combinazioni, rimane senza carte in mano. Il vincitore è proprio colui che chiude.