Il gioco può causare dipendenza. Consulta le probabilità di vincita qui o sul sito AAMS

Scopa

Scopa, il più popolare gioco di carte italiano spopola sul web!

Dalle origini misteriose che si perdono tra tempo e leggende, il gioco della Scopa è il gioco di carte per eccellenza in Italia. Chiunque voglia avvicinarsi al mondo delle carte e dei giochi da tavolo, inizierà senza dubbio ad esercitarsi con il gioco della Scopa. C’è chi dice che questo gioco abbia antichissime origini spagnole, chi invece sostiene che sia un gioco puramente italiano, più precisamente nato nel porto di Napoli molti secoli fa. Qualunque sia la sua vera origine, il gioco della Scopa è fortemente apprezzato nella nostra penisola, ed è visto quasi come parte della tradizione nostrana. È un gioco senza tempo, che ora spopola anche sul web!
Scopa, infatti, è uno dei giochi di carte online che hanno più successo. Molto probabilmente, questo è dovuto alla semplicità di questo gioco e anche all’assenza di dure e complicate regole.

 

H2: Le regole del gioco

 

Le carte che vengono utilizzate nel gioco della scopa sono le tipiche carte italiane. Il mazziere distribuisce tre carte a ciascun giocatore, per poi posizionare al centro del tavolo quattro carte scoperte e appoggiare il mazzo delle carte restanti vicino a sé. A questo punto ha inizio il gioco: il primo giocatore dovrà calare la prima carta sul tavolo: se possiede una carta con lo stesso valore di una delle quattro posizionate sul tavolo, prenderà quella stessa carte e, insieme a quella che già possedeva, la porterà vicino a sé, come carta conquistata. Si possono conquistare più carte con una sola mano se il valore della carta che viene giocata è la somma di due o più carte presenti sul tavolo (per esempio se sul tavolo sono presenti due carte con valore 3 e 5 e il giocatore cala una carta con valore 8, tutte e tre le carte andranno nell’area delle carte conquistate da quel giocatore).

Quando un giocatore riesce a prendere l’ultima carta (o le ultime carte) rimasta sul tavolo, si dice che si è fatto “scopa”, e questa ha il valore di un punto. Il mazziere distribuirà le carte restanti al termine del lancio delle tre carte dei giocatori, fino a esaurimento del mazzo.

A fine partita si calcolerà il punteggio, per stabilire un vincitore.

 

Come si calcola il punteggio a Scopa?

 

Il vincitore del gioco della Scopa è colui che ha totalizzato per primo 11 punti, quindi bisogna tener conto del calcolo dei punteggi di scopa durante la partita, e non alla fine di essa.

Esistono, però, diversi modi per conferire un punto a un giocatore (o coppia di giocatori): la scopa, come abbiamo detto, vale un punto, ma ci sono altri fattori che consentono ai giocatori di conquistare un punto: il settebello, ovvero la carta di sette di denari, vale un punto per il giocatore che è riuscito a conquistarlo.

Un punto viene assegnato anche a chi ha conquistato più di 20 carte.

Se un giocatore ha conquistato 5 o più carte con semi di denari, ha diritto a un punto. Conquista un punto, infine, il giocatore che realizza una primiera.

La primiera è stabilita dai punti della carta più alta per ogni seme che il giocatore possiede, la primiera più alta vale un punto.

Il 7 è la carta con il valore più alto (21 punti) mentre le figure sono quelle con il valore più basso (10 punti).