Il gioco può causare dipendenza. Consulta le probabilità di vincita qui o sul sito AAMS

Regole

Meccanismo di gioco

Il poker è giocato in una moltitudine di specialità e varianti, ma tutte seguono la stessa logica di gioco.
Qualunque sia lo stile che si sta praticando, a ogni mano di Poker i giocatori cercano di ottenere combinazioni di 5 carte del maggior valore possibile ed effettuano una serie di puntate con lo scopo di aggiudicarsi il piatto (pot), cioè l'insieme di tutte le chips puntate in quella mano.

Ciò si può ottenere in due modi:
- mostrando la migliore combinazione al termine delle puntate;
- avendo fatto una puntata che nessun altro giocatore è disposto a vedere, cioè eguagliare. 

Il gioco utilizza un mazzo da 52 carte francesi, con i quattro semi di cuori, fiori, picche e quadri. Per ogni seme ci sono 13 carte. Si gioca di regola con tutte le 52 carte.

Il gioco ha inizio non appena al torneo si sono iscritti il numero di giocatori necessari. Nei tornei programmati il gioco ha inizio all'ora stabilita, alla condizione che si sia iscritto almeno il numero minimo di giocatori previsto. La distribuzione dei giocatori al tavolo è casuale e attraverso sorteggio è individuato il primo giocatore che svolge la funzione di dealer ovvero di mazziere, colui che distribuisce la carte.

A ciascun giocatore è attribuita la dotazione iniziale di fiches ("chips") prevista dalle caratteristiche del torneo. Lo scopo del gioco è accumulare tutte le fiches a disposizione, vincendole dagli altri giocatori (per ottenere la prima posizione del torneo), o comunque restare in gioco più a lungo degli altri giocatori (per i piazzamenti in classifica dalla seconda posizione in poi). Per vincere i singoli round di gioco ("mani"), si può realizzare il miglior punteggio da poker possibile utilizzando qualsiasi 5 delle carte a disposizione fra le 2 personali e le 5 comuni, ovvero portare tutti gli altri giocatori ad abbandonare la mano effettuando una puntata che nessun altro è disposto ad eguagliare ("vedere").

APPROFONDIMENTI

Il tavolo

Al gioco partecipano fino a 10 giocatori e un mazziere virtuale.

La scelta del giocatore che assume il ruolo del mazziere (Dealer) è definita in modo casuale. La rotazione del bottone del dealer e quindi la conseguente rotazione di Piccolo e Grande Buio deve svolgersi con regolarità per non svantaggiare un giocatore su un altro nello svolgimento complessivo delle mani. Casistiche particolari:

Prossimo dealer appena eliminato dal Torneo:

  • Piccolo Buio e Grande Buio continuano regolarmente;
  • Il bottone rimane al dealer precedente.

Prossimo Piccolo Buio appena eliminato dal Torneo:

  • Il Bottone si sposta al dealer designato;
  • Durante la mano non viene messo in gioco il Piccolo Buio;
  • Il Grande Buio viene giocato regolarmente.

Spostamenti a un nuovo tavolo:

  • Se il giocatore spostato è di Piccolo Buio salta il turno. Giocherà la mano successiva ma non come Dealer il bottone passa al giocatore successivo;
  • Se il giocatore spostato è Dealer gioca la mano ma il bottone viene assegnato al giocatore successivo;
  • In tutti gli altri casi il giocatore spostato gioca regolarmente la mano.

Testa a testa:

  • Con soli 2 giocatori al tavolo il dealer è anche di Piccolo Buio ed è quindi il primo a parlare.
Le combinazioni

Scala Reale (Royal Flush)

Cinque carte dello stesso seme in scala, dall'Asso al 10: .
La più alta combinazione possibile, quindi imbattibile.

Scala a Colore (Straight Flush)

Cinque carte dello stesso seme in sequenza, per esempio scala colore alla Q: .
Tra più scale colore prevale la più alta.

Poker (Four of a Kind)

Quattro carte dello stesso valore e un'altra qualsiasi carta: .
Fra poker vince quello di maggior valore.

Full (Full House)

Tre carte dello stesso valore (tris) più 2 carte di un altro valore (coppia), per esempio full di 10 con 5. .
Fra più full vince quello che ha il tris di valore maggiore.

Colore (Flush)

Cinque carte, tutte dello stesso seme, ma non in scala, per esempio un colore di cuori al K: .
Fra più colori vince quello con la carta più alta, i semi non hanno alcuna rilevanza. Se la carta più alta è la stessa conta la seconda più alta e così via fino alla quinta.

Scala (Straight)

Cinque carte con valori in sequenza, ma non tutte dello stesso seme, per esempio una scala al 10: .
Fra più scale vince quella con la carta di valore più alto, il seme non ha alcuna rilevanza. Un Asso può valere come carta più alta in una scala Asso, Re, Donna, Jack e 10 o come carta più bassa in una scala 5, 4, 3, 2, Asso. Soltanto l'Asso può essere utilizzato in questo modo.

Tris (Three of a Kind)

Tre carte dello stesso valore più altre 2 carte spaiate, per esempio tris di 10: .
Fra più tris vince quello di valore maggiore.

Doppia coppia (Two Pair)

Due coppie separate più una quinta carta spaiata, per esempio doppia coppia di K e 10: .
Fra più doppie coppie conta prima il valore della coppia più alta, poi il valore della seconda coppia, poi quello della quinta carta (kicker).

Coppia (One Pair)

Due carte dello stesso valore più altre tre carte isolate, per esempio coppia di J: .
Fra più coppie vince quella di valore più alto. Fra più coppie uguali vince quella con la terza carta più alta.

Carta più alta

Cinque carte spaiate, per esempio mano al K: .
Fra più mani di questo tipo vince quella con la carta più alta, in caso di parità quella con la seconda carta più alta e così via fino alla quinta.

Le puntate

Check

Non aggiungo nulla a ciò che c'è già nel piatto e passo la parola al giocatore seguente. Si fa check dicendo "check" oppure battendo un dito o la mano o il pugno sul tavolo. Nel gioco on line compare il pulsante "check" quando questa è un'opzione possibile. Si può fare check quando non ci sono ancora state puntate, cioè, sostanzialmente, quando:
- si è primi a parlare;
- tutti i giocatori che hanno parlato prima hanno a loro volta fatto check.
Non si può fare check quando c'è già stata una puntata.

Bet (Puntare)

Faccio una nuova scommessa, puntando, cioè mettendo nel piatto, un certo ammontare di chips. Quando un giocatore punta, cioè effettua l'azione "bet", può:
- dichiarare a voce alta l'entità della puntata e poi prendere le chips dichiarate e metterle nel piatto;
- mettere direttamente nel piatto la puntata che intende effettuare, senza dichiarare nulla; in questo caso però tutte le chips devono essere messe con un unico movimento.
Nel gioco on line compare il pulsante bet quando questa opzione è possibile e bisogna scegliere la cifra da puntare fra quelle proposte automaticamente o digitandola nell'apposito spazio. Si può fare bet quando non ci sono ancora state puntate, cioè, sostanzialmente, quando:
- si è primi a parlare;
- tutti i giocatori che hanno parlato prima hanno fatto check. Non si può fare bet quando c'è già stata una puntata.

Raise (Rilanciare)

Aumento il valore della scommessa fatta in precedenza, cioè metto nel piatto l'ammontare della scommessa, più un nuovo ammontare che costituisce il rilancio vero e proprio. Quando un giocatore rilancia, cioè effettua l'azione "raise", può:
- dichiarare a voce alta l'entità del rilancio e poi prendere le chips dichiarate e metterle nel piatto;
- mettere direttamente nel piatto il rilancio che intende effettuare, senza dichiarare nulla; in questo caso però tutte le chips devono essere messe con un unico movimento.
Nel gioco on line compare il pulsante raise quando questa opzione è possibile e bisogna scegliere la cifra da puntare fra quelle proposte automaticamente o digitandola nell'apposito spazio. Nel caso in cui nel corso di una mano un giocatore punti e un altro giocatore rilanci, un terzo giocatore avrà la facoltà di effettuare un ulteriore rilancio solo se l'entità del primo rilancio sia stata almeno il doppio della puntata effettuata dal primo giocatore.

Fold (passare)

Non accetto la scommessa e mi ritiro dalla mano. Quando un giocatore passa (lascia), cioè effettua l'azione "fold", scarta le sue carte mettendole coperte al centro del tavolo, di modo che il dealer possa raccoglierle.Nel gioco on line compare il pulsante fold quando questa opzione è plausibile, cioè dopo una puntata o rilancio avversario. Un giocatore può sempre ritirarsi dalla mano in corso, anche se continuarla non comporterebbe alcun esborso in chips, per esempio dopo un check avversario. Se il fold è comunque l'ultima azione della mano, il giocatore ha diritto di scoprire le carte che sta scartando, facendole vedere a tutti i giocatori. Nel gioco on line in questi casi compare l'opzione show/muck: scegliendo show le carte vengono mostrate, scegliendo muck vengono scartate coperte. Se non si sceglie nulla l'azione di default è muck.

Call (vedere)

Accetto l'ultima scommessa effettuata, sia essa una puntata o un rilancio. Quando un giocatore vede, cioè effettua l'azione "call", mette sul piatto tante chips quante ne servono per "coprire" (pareggiare) la scommessa in corso.Nel gioco on line compare il pulsante "call" quando questa è un'opzione possibile.

Piccolo e Grande Buio

Puntate obbligatorie di inizio mano. All'inizio di ogni mano il giocatore alla sinistra del "bottone" (cioè che funge da mazziere per quella mano) mette nel piatto un ammontare fisso stabilito a priori, detto Piccolo Buio (o Small Blind o SB), mentre il giocatore seguente ne mette un secondo, chiamato Grande Buio (o Big Blind o BB) e di valore generalmente doppio del precedente. I bui sono considerati vere e proprie puntate, anche se obbligatorie.

All-in

Quando un giocatore rimane senza chip durante una mano, non è comunque costretto a ritirarsi, perché può scegliere l'all-in.
In questa situazione, si giocano tutte le fiches e se altri giocatori hanno disponibilità maggiori e puntano cifre superiori, il piatto viene diviso in principale (quello a cui partecipano tutti) e laterale. Al momento dello showdown, se il giocatore all-in non possiede una mano vincente, tutti e due i piatti saranno aggiudicati alla mano più alta, come di consueto. Se è invece il giocatore in all-in a vincere allo showdown si aggiudicherà il piatto principale, mentre quello laterale andrà alla seconda mano migliore. Se altri giocatori andranno in all-in, verranno creati più piatti laterali, e l'intero ammontare verrà diviso a seconda della mano e dell'ordine nel quale i giocatori saranno andati all-in. Se un giocatore non all-in allo showdown possiede la mano vincente, vincerà tutti i piatti. Se un giocatore all-in avrà la mano migliore, vincerà il piatto o i piatti che sono stati raccolti fino al momento del suo all-in. Ogni giocatore all-in con una mano vincente potrà solamente vincere il piatto o i piatti formati fino al momento del suo all-in.

REGOLE POKER SPECIFICHE PER GIOCO

Il poker è giocato in una moltitudine di specialità e varianti. Di seguito riportiamo le regole specifiche delle varianti più diffuse.

REGOLE TEXAS HOLD'EM

REGOLE OMAHA

REGOLE TORNEI

REGOLE CASH GAME

POKER RAPIDO

LATE REGISTRATION

CONOSCI LE REGOLE DEL POKER? IMPARA E GIOCA DA CAMPIONE!

Le regole del poker online sono davvero molte, tuttavia una volta imparate sarà possibile applicarle fin da subito!

 

Tra le tante variabili di Poker nate nel corso degli anni, impossibile non ricordare quelle classiche, come il Poker a 5 carte o la versione Texas Hold’em, passando poi per quelle più da esperti come Omaha. Dal momento che è sempre meglio iniziare dalle basi, partiamo dalle regole di Poker a 5 carte.

 

COME SI GIOCA A POKER A 5 CARTE?

 

Per una qualsiasi partita di poker a 5 carte, il mazzo sarà sempre quello classico composto da 4 semi e 52 carte. Ogni giocatore inizierà la partita servito da un mazziere che distribuirà le carte fino a un totale di 5 per ciascuno. Sarà poi il giocatore a decidere se mantenere la combinazione ricevuta, tale e quale, e dunque dichiararsi “Servito”, oppure chiedere una sostituzione, fermo restando che il cambio delle carte può avvenire solamente una volta nel corso di una singola mano e che si può scegliere di cambiarle tutte o solo alcune.

 

All’inizio di ogni mano di poker a 5 carte, inoltre, si avrà a disposizione una somma di denaro iniziale, comune a tutto il tavolo, ovvero le fiches. A ciascuna fiche corrisponde un corrispettivo in soldi reali, e verranno distribuite in modo da avere una varietà, tra quelle con valore più alto e quelle con valore più basso.

 

Quando le carte saranno state distribuite, andando in senso orario verranno effettuati i vari cambi, fino ad arrivare al momento fatidico, ovvero quando si “Parla”. Si intende il momento in cui si fa la propria giocata e ogni player sceglie se puntare, aumentare o stare. O in alternativa, ritirarsi. Sulla base delle combinazioni, la più alta o l’unica rimasta in gioco potrà mettere le mani su tutto l’ammontare radunato nell’arco di una singola mano, per poi ripartire con quella successiva.

 

QUALI SONO LE COMBINAZIONI DI POKER A 5 CARTE

 

Sapere quando bluffare anche quando non hai niente in mano o rischiare con una combinazione bassa, è questione di intuito e di regole. Ma occorre innanzitutto conoscere le varie combinazioni che sono alla base del poker a 5 carte.

La prima distinzione avviene a livello di seme: a parità di combinazione Cuori batte Quadri, Quadri batte Fiori e Fiori batte Picche. Questo significa che, a carta uguale, si osserverà il seme   della carta. Per quanto riguarda le combinazioni invece la distinzione è:

 

- Coppia (coppia di carte uguali)

- Doppia Coppia (due carte uguali con due carte uguali)

- Tris (tre carte dello stesso tipo)

- Scala (cinque carte a partire dal 7 in successione. Ad esempio 7,8,9,10 e J o 10, J,   Q, K e A).

L’asso può essere posto alle estremità della scala come carta più bassa o più alta

- Full (un tris e una coppia). In caso di parità, si guarda il valore del tris e vince quello maggiore;

- Colore (tutte e 5 carte dello stesso seme)

- Poker (quattro carte che hanno lo stesso valore)

- Scala Reale (una scala di cinque carte e dello stesso seme)
 

A partire da queste combinazioni, potrai sviluppare la tua strategia!  Ora che conosci le regole e hai imparato a come giocare a poker a 5 carte, non ti resta che misurarti sul green.